TFA SOSTEGNO: prova orale, come prepararsi?

Niente panico!

Sei arrivato alla terza prova, ora, ti aspetta l’orale. Complimenti!!!

Non ti preoccupare, è più semplice di quanto pensi, calma e sangue freddo, l’ ultimo sforzo e arriverai vittorioso al tanto sudato traguardo.

Ti lascio qualche suggerimento e per qualsiasi dubbio o curiosità scrivi nei commenti 👇

Buona fortuna,

Antonella Sola

Primo posto 🏆: MOTIVAZIONE

Perchè desideri conseguire la specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità?
Non è semplice comunicare il perchè di alcune scelte, in particolare, quando si decide di cambiare lavoro o quando siamo inesperti o alle prime esperienze in quel settore.
Niente panico, ci sono alcuni esercizi che possono aiutare per meglio comprendere e comunicare agli altri la nostra motivazione, il perchè di alcune scelte.
Nel caso specifico del colloquio orale per il superamento della terza prova del TFA Sostegno, ti consiglio vivamente di partire dalla lettura del tuo Curriculum vitae, se non ne hai uno, provvedi subito e mettiti all’opera! Trovi qui un modello  👉Modello CV
CONSIGLIO: cosa fare?
  1. Rileggi il tuo CV
  2. Individua per ogni esperienza professionale e formativa una connessione diretta o indiretta, con l’area della disabilità, dell’Inclusione, della didattica, dell’ organizzazione delle Istituzioni scolastiche.
  3.   Scrivi per ogni esperienza formativa e lavorativa cosa hai imparato sul piano:
  • delle competenze;
  • delle conoscenze
  • personale.

Secondo posto 🥈: contenuti!

Passiamo ai contenuti…

Occupano il secondo posto per un semplice motivo, ormai dovrebbero essere noti dato che hai superato la seconda prova, insomma, nulla di nuovo :), quindi non ti preoccupare.

Ovviamente, non è pensabile conoscere ogni singolo argomento proposto dal bando, ma, un suggerimento penso possa esserti di aiuto.

Ripensa scrupolosamente a quanto ti è stato richiesto durante la seconda prova del TFA sostegno, approfondisci, ripensa ad eventuali rettifiche che avresti voluto inserire o semplicemente se hai commesso qualche  errore nella risposta, ripensa alla versione giusta!

CONSIGLIO: cosa fare?
  1. Esamina tutte le domande della seconda prova, potrebbero avanzare delle domande di approfondimento o di chiarimento su quanto hai scritto in sede di esame.
  2. In base alla risposta che hai fornito alla prova scritta prova ad indicare ulteriori dettagli che avresti voluto fornire, riferimenti normativi, studiosi, connessioni con altri argomenti.
  3.   Per ogni domanda approfondisci in modo minuzioso e puntuale.

NON SOLO TEORIA E AMBIZIONI, MA CI VUOLE ANCHE ❤️

Rifletti e racconta anche la tua “motivazione emotiva” oltre che razionale e se non dovessi averne una, pensa a tutto ciò che potrai fare nel tuo nuovo ruolo!!!  Sogna e punta in alto…

Quando sei dinanzi ad una commissione devi fare leva anche sulla relazione del momento.

Ci sono persone che potrebbero apprezzare la tua motivazione “razionale” nel racconto del tuo percorso di lavoro e di studio, ma, altre potrebbero aspettarsi anche una motivazione empatica, pertanto fai un mix e mostra anche la tua intelligenza emotiva.

Questo è il segreto della comunicazione che tenta di far arrivare il proprio messaggi a tutti.

No ti resta che metterti al lavoro, buono studio 🍀

Se vuoi approfondire con altre letture per la preparazione del TFA SOSTEGNO, ti consiglio di accedere alla pagina dedicata    👉 Professione Maestra

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo!

Clicca Mi piace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat