ICF a scuola

L'ICF a scuola

L’ ICF è uno “strumento” il cui utilizzo consente di descrivere il “Funzionamento” delle persone in relazione ai contesti in cui vivono; al tempo stesso può essere inteso anche come “procedura che facilita la comunicazione e il coordinamento tra i vari settori e soggetti che hanno in carico la persona con disabilità”

Tra i vari settori coinvolti sicuramente la scuola ricopre un ruolo importante e che può offrire un contributo attivo per il progetto a scuola e in sinergia con il più ampio progetto di vita destinato all’alunno con disabilità.

La prospettiva biopsicosociale alla base dell’ICF spiegata in 55 secondi!

E’ bene sapere che non tutte le persone hanno bisogno degli stessi facilitatori e non sempre le barriere sono impedimenti… Il segreto è nell’unicità di ognuno…

 

Il concetto di disabilità secondo L'ICF

La prospettiva culturale dell’ICF si focalizza sul concetto di partecipazione attiva degli allievi con disabilità a scuola come prerequisito indispensabile per poter attuare l’inclusione.

Per l’ICF la disabilità è nel contesto e non nella persona; pertanto, il “ buon funzionamento” deve essere garantito:

  • dall’abbattimento delle barriere sociali, didattiche, socio- organizzative e strutturali
  • dalla presenza di facilitatori in linea con il bisogno dell’alunno

La disabilità non è della persona ma del contesto!

Se sei alla ricerca di materiali didattici gratuiti ACCEDI alle

Se sei alla ricerca di  strumenti compensativi  ACCEDI

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla Newsletter

    Ti è piaciuto l'articolo?

    Condividilo!

    Clicca Mi piace!

    Salva su Pinterest

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    WhatsApp chat